Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2010

Ultima uscita in bici del 2010

Ligi al calendario, oggi, 30 dicembre, la "squadra Meta Sudans" (in realtà rappresentata solo da 2 componenti: il capitano Ventus e magociclo) ha consumato l'ultima uscita su strada del 2010. Meta un affascinante lago di Vico,

avvolto inizialmente dalla bruma invernale ma, con il passare delle ore, illuminato da un sole freddo e luminoso.

Il giro ha visto i Meta Sudans percorrere per 2 volte la circonferenza del lago, con in più uno strappo di 2,5 km in direzione Cassia, per sperimentare la gamba in salita. Risultato in linea con le attese: 45 km a circa 21 km/h di media, per riprendere confidenza con il pedale e con la strada. Ovviamente la forma è lontana da quella dei mesi autunnali, ma c'è tempo, e soprattutto voglia, di impegnarsi in vista dei traguardi 2011.
IL capitano si è dovuto impegnare, come al solito, in veloci interventi meccanici.

Le fatiche sono state però compensate da un gustoso pranzo a Sutri, a base di ravioli, salsiccia, broccoletti, cinghiale e …

Natale è davvero vicino

Natale è davvero vicino: ieri sera si è tenuto il tradizionale concerto del coro di S. Maria della Perseveranza.

Il concerto è giunto alla decima edizione ed è diventato un punto di incontro natalizio di tutta la comunità. Bellissimo, intenso e avvincente come mai, arricchito dalla presenza del minicoro dei bambini.

Bravi tutti e fiori al direttore del coro, Irene.

L'aggressione al pedone

Poche parole per sottolineare lo stato di aggressione quotidiana subita dal pedone a Roma. 65 pedoni morti a Roma nel 2009, il triplo rispetto a Milano. E la situazione ritratta nella foto spiega perché: passaggi pedonali impraticabili, veicoli posteggiati ovunque e pedoni costretti a percorrere le aree stradali destinati alle vetture.

foto e testo pubblicati sul Corriere della Sera Roma, pag.12, del 23 dicembre 2010

Sognare non costa niente (2) ...

In Austria la catena di supermarket "SPAR" (in Italia la Despar) ha installato davanti ai suoi 114 negozi in Vienna posteggi dedicati, in grado di accogliere 650 biciclette (1).
L'operazione, denominata Bike & Buy, è costata circa 150.000 euro. Prossimamente saranno installate anche postazioni per la ricarica delle batterie delle bici elettriche.
Gli stalli sono stati installati per il 20% davanti a supermercati "singoli" e per l'80% all'interno di centri commerciali.
Ovviamente anche a Vienna ci sono state le solite proteste da parte di chi lamentava la perdita di posti auto a vantaggio delle biciclette. L'argomento per convincere i resistenti è stata la semplice constatazione che 8 stalli per bici occupano meno spazio di una sola autovettura e consentono la mobilità di almeno 8 persone.

A titolo di paragone, questa è una rastrelliere "nostrana", a Roma in piazza di S. Eustachio, nel pieno centro storico. Siccome la rastrelliera posizi…

Ultime dalla...Storia

Geniale campagna pubblicitaria de "Il Messaggero", storico quotidiano della capitale.
L'idea di raccontare i fatti dell'antichità con gli strumenti della comunicazione di oggi è davvero interessante.

Are you bastard?or ignorant? creatività romanesca

Un little precisation America. Voi americani dite sempre la parola bastardo, lo sai perché? V'o dico io. Perché c'avete una lingua molto, ma molto povera. Perché se io mi volessi abbassare a rispondere al tuo bastard, che a noi ce fa proprio ride, io ti potrei dare: del figlio di madre ignota, del rotto nel posteriore, ti potrei mandare a fare nel medesimo, potrei fare appello anche ai tuoi morti, con eventuale partecipazione de tu' nonno in carriola, opzionale, e coinvolgere tua sorella, notoriamente incline allo smandrappo e all'uso improprio della bocca, e allargà il discorso a quel grandissimo Toro Seduto de tu' padre, a sua volta figlio di una città di cinque lettere cantata da Omero, che tu 'n sai manco chi era perché sei ignorante. Are you ignorant! 
(Alberto Sordi in "Il tassinaro")

Sbrigati, vai a votare...no, non ci sono le elezioni, ma il concorso Steal the road"

Ti piace questa immagine? a me moltissimo. Per questo l'ho votata nel concorso "Steal the road".
Secondo me dovresti farlo anche tu, e di corsa. Per tanti motivi. Il primo te l'ho suggerito io: è bella. Il secondo è che l'autore è Cristiano Dalianera, amico del blog di magociclo. Il terzo è che Cristiano anima a Castello di Cisterna (NA) la ciclofficina MOPA, che a titolo gratuito assembla, ripara e assite biciclette bisognose. Tuttavia in ciclofficina c'è sempre bisogno di sostegno per proseguire nel cammino, e si parla di sostegno economico. Proseguendo nella politica di non chiedere mai contributi in denaro, la ciclofficina ha deciso di impegnarsi in un concorso grafico per autofinanziarsi. E allora, stai ancora aspettando?
Votare è semplicissimo: è necessario registrarsi, cliccare sul link che il portale invierà alla vostra email e votare cliccando sulle stelline sotto l'immagine (magari 5, punteggio pieno)! Per ogni account registrato è possibile (m…

Paolo Rumiz "L'Italia che pedala pericolosamente"

Incidenti, paura e insulti ecco perché l'Italia non è un paese per ciclisti. Non ti guardano, non ti vedono. Ti considerano un bersaglio nel parabrezza. Un gioco della Playstation a destra della mezzeria. È uno scontro culturale, prima che urbanistico. Le due ruote sono viste come un intralcio al traffico e non come la base per decongestionarlo (da Repubblica.it)

In quarant'anni di bicicletta mi hanno insultato, deriso, disprezzato, preso a sportellate nei denti, bagnato come un mendicante, urtato di fianco e di coda, sfiorato in incroci senza precedenza, atterrato su ogni tipo di pavé e di asfalto, guardato come un miserabile pitocco. La bici con le sacche, che schifo. Mi raccomando, non la lasci nel sottoscala, ne va del decoro. Ho subìto tutto questo ed altro ancora nella mia vita su due ruote, e certamente ho rischiato di più sulle strade di casa mia che arrampicando sulle pareti delle Alpi. Avrei potuto finire cento volte sotto un Suv, saltare in aria tipo birillo, come i…

In memoria di Rosario, Franco, Domenico, Pasquale, Fortunato, Vinicio, Giovanni

Questi i nomi dei sette uomini che ieri sono stati falciati come oggetti sulla statale 18, in Calabria, da un'automobile guidata da un giovane di 21 anni, senza patente e drogato: Rosario Perri, Franco Stranges, Domenico Palazzo, Pasquale De Luca, Fortunato Bernardi, Vinicio Puppin e Giovanni Cannizzaro.
A voi, fratelli ciclisti, il mio pensiero e le mie preghiere. Alle vostre famiglie la partecipazione ad un dolore atroce. A tutti i ciclisti italiani l'invito a non mollare e a lottare per ottenere il rispetto al nostro diritto di voler vivere.
Questa è la canzone che Rosario, Franco, Domenico, Pasquale, Fortunato, Vinicio, Giovanni avevano scelto come loro "inno":

Caduti come birilli - SETTE ciclisti ammazzati da un autista drogato e senza patente

Strage di ciclisti - la morte è su due ruote

Tema: "Uno spettacolo sportivo"

Tema: Spettacolo Sportivo

Svolgimento
Può sembrare strano ma è così, quest'estate mi sono innamorata, e voi penserete il solito tipo alto, attraente, biondo con gli occhi azzurri, ma stiamo sulla strada sbagliata. Mi sono appassionata delle parole di un uomo che tra una frase e l'altra tirava fuori il nome Rugby, non sapevo niente di quello sport anzi è già tanto che so come si scrive, avevo paura di quel nome perchè vedendo la faccia del giocatore avresti detto: Ma quanti denti ti sei fatto aggiustare? Quante volte ti sei rotto il naso? Ma.. Perchè? Perchè? Perchè non hai lasciato? alla fine è solo uno sport, No? No aveva risposto con aria piuttosto seria e delusa "No" la parola no mi angosciava, ma la tentazione, la curiosità, il desiderio.......Gli chiesi: "Insegnami". Dopo le regole, i consigli, e dopo i consigli mi ha spiegato: "Quando un tuo compagno ha la palla, lui ha bisogno di te, quando te hai la palla, allora qui tu hai bisogno di lui, perc…

Piccoli rugbisti crescono - il Villa Pamphili under 14 vince 63 a 0 contro il Latina

Immagini scattate al campo di Latina, via dei Messapi.
Partita dell'under 14 laziale, Latina vs Arvalia Villa Pamphili
Punteggio finale: Arvalia Villa Pamphili (maglia verde) 63 - Latina (maglia celeste/nera) 0

Dar Vignarolo

Avete presente le "Fraschette"? Sono quei posti fuori porta (in genere ai "castelli", o meglio "i colli Albani", le colline a sud di Roma) dove i romani andavano a mangiare portandosi il cibo da casa e comprando sul posto il vino. Oggi le fraschette si sono un po' evolute e sono dei ristoranti caratteristici, dove si cucinano piatti tipici della tradizione romana, dove apparecchiano con tovaglia di carta a scacchi bianchi e rossi, ti portano il pane avvolto nei fogli di velina gialla e il prosciutto poggiato sulla carta per alimenti,

dove si è accolti da un sofisticato sottofondo musicale interpretato da questo musicista, che intona strofe del genere "daje de tacco, daje de punta, quant'è  bbona la sora Assunta..."


Bene, avete capito il genere di locale? In questo locale, Parvus Magister (sì, proprio quello del "secchiello di ghiaccio" nell'osteria di Oriolo) entra, si rivolge alla "cameriera" e chiede: "scus…

45.000 visite su questo blog!

Oggi questo blog ha raggiunto il traguardo delle 45.000 visite:


Magociclo ringrazia tutti i suoi lettori e rinnova l'impegno, assunto la notte dell'11 maggio 2007, quando iniziò d'impeto a scrivere su uno schermo "bianco" i pensieri del momento. In 42 mesi qui sono stati scritti tanti post, pubblicate centinaia di fotografie, raccolti molti commenti. Ecco, forse l'aspetto che mi piacerebbe migliorare è quello dei commenti: ne arrivano pochi, sempre interessanti, si intende, ma pochi.
Se volete festeggiare insieme a magociclo il traguardo odierno delle 45.000 visite, perché non postate un commento?

I giornali on line e la loro concezione del copyright

Negli ultimi due giorni il Corriere della Sera on line ha dato rilievo alle vicende del Bike Sharing  di Roma, in conseguenza delle osservazioni negative formulate a tale servizio dal sindaco di Londra in vacanza nella capitale italiana.
Ebbene, il Corriere della Sera ha corredato i suoi articoli con foto varie, due delle quali sono state scattate da me. La prima è questa, che rappresenta la stazione del bike sharing di Largo Argentina. La inviai io alla rubrica "la foto dei lettori" dell'edizione cartacea del Corriere Roma, che la pubblicò lo scorso 10 ottobre


La seconda è questa, che rappresenta la stazione Bike Sharing di piazza di Spagna.
La pubblicai sul web a corredo di un post dell'ottimo blog Roma Pedala, documentando A GIUGNO 2009 la situazione di cui solo si occupa oggi il Corriere.
L'unico particolare è che il Corriere in entrambi i casi ha omesso di indicare l'autore o la fonte, addirittura rifilando i contorni della foto per evitare che si leggess…

La ricevuta di parcheggio autovettura

Iniziamo con le prove documentali dell'episodio: questo che vedete nella foto non è un pizzino (anche se lo sembra) ma una ufficiale "ricevuta di parcheggio autovettura"


Sulla "ricevuta" c'è scritto: "PARCHEGGIATO DA SALVO - RIENTRO 30/10/10 - - - 20,00".

Ora però bisogna raccontare la storia.
Siamo a Catania, alcuni giorni fa. E' il 29 ottobre e I. (In realtà I. è una donna con un regolare nome e cognome, ma stavolta la chiamiamo così, per convenzione, ok?) arriva in macchina all'aeroporto: è maledettamente in ritardo, l'aereo sta per partire e lei deve ancora posteggiare. Orrore: l'aeroporto, o meglio le aree circostanti all'aeroporto, sono invase da un traffico caotico, attirato da una non meglio precisata manifestazione commerciale. E, soprattutto, di posti per parcheggiare nemmeno l'ombra. Gocce di sudore freddo imperlano la fronte di I. di fronte alla prospettiva di perdere il volo e di mancare tutti gli appuntamenti …

L'impegno (scandalosamente basso) dell'Italia verso la cooperazione internazionale e gli aiuti allo sviluppo

L'Italia, o meglio, l'attuale governo italiano, ha davvero raggiunto il livello minimo nella sua credibilità e nella sua dignità.
Andrea Sarubbi, deputato PD, ci racconta che oggi, durante un incontro a Montecitorio con le ONG che si occupano di questa materia, è emerso che...

"... i soldi messi sul piatto dei progetti (di cooperazione internazionale) dal solo mondo cattolico italiano (tra ong, mondo missionario e parte dell’8 per mille) sono molti di più di quelli investiti dal governo, che – come ben sappiamo – non mantiene fede neppure agli impegni presi in sede internazionale. La scusa solita, quella della crisi, non regge: tanto è vero che in altri Paesi – tipo la Gran Bretagna, guidata da un governo conservatore – la cooperazione è stata inclusa tra i settori strategici, come sanità e ricerca, e Downing street ne ha addirittura aumentato le risorse (del 35%, fino a tutto il 2014) per tenere fede agli Obiettivi del millennio. Un problema di reputazione? No, non solo. …

Dialoghi con Caravaggio - La Chiesa Nuova

Giovedì 4 novembre si è svolto il quarto ed ultimo "Dialogo con Caravaggio" nella splendida cornice della chiesa "filippina" di S. Maria in Vallicella (Chiesa Nuova per i romani). Cliccando sulla foto partirà la presentazione del fotoracconto della serata.

Dialoghi con Caravaggio - chiesa di S. Agostino a Roma

Una sintesi degli interventi dell'incontro di venerdì 29 ottobre su Caravaggio e il suo quadro nella chiesa di S. Agostino "La Madonna di Loreto".
Sono intervenuti il prof. Marco Bona Castellotti e d. Alessio Geretti, esperto di arte.


Il fotoracconto dell'incontro è raggiungibile cliccando su questa foto:

Piccoli rugbisti crescono

Civitavecchia, serata ventosa e freddina, ma la squadra under 14 del Villa Pamphili si diverte, e fa divertire i circa 50 spettatori presenti, vincendo il concentramento contro i pari età del Colleferro e di Civitavecchia.

Qui il fotoracconto delle due partite

Dialoghi con Caravaggio nelle sue chiese - 2

Venerdì 22 ottobre straordinario incontro con Caravaggio nella chiesa romana di S. Maria del Popolo. L'incontro, guidato da d. Andrea Lonardo, ha visto i preziosi contributi del prof. Timothy Verdon e del direttore dei musei vaticani Antonio Paolucci.
Abbiamo imparato che nella cappella Cerasi (la cappella di S. Maria del Popolo che ospita i due famosi quadri di Caravaggio, oltre adìopera sublime diAnnibale Carracci) ha inizio la pittura figurativa moderna e che i 2 quadri di Caravaggio, la Crocifissione di S.  Pietro 
e la Conversione di Saulo 
 sono alla base degli studi di tutti i grandi pittori del '600 e del '700. A questo link la trascrizione delle due conferenze , mentre a questo link le foto che documentano la straordinaria serata.

Piccoli rugbisti crescono 2

Sabato 23 ottobre, presso il campo dell'Unione Rugby Capitolina (URC), si è tenuto un concentramento con 3 squadre under 14: i padroni di casa dell'URC, il Colleferro e il Villa Pamphili.
Il concentramento è stato vinto dal Villa Pamphili, che si è aggiudicato entrambi gli incontri, riuscendo a non subire nemmeno una meta dai favoriti dell'URC.


A questo link il fotoracconto del bel pomeriggio di sport

Dialoghi con Caravaggio nelle sue chiese

Venerdì 15 ottobre, nella chiesa romana di S. Luigi dei francesi si è tenuto il primo di quattro incontri dedicati a Caravaggio "nelle sue chiese".


Viene offerta la possibilità di "incontrare" Caravaggio nelle chiese dove sono esposte le sue opere o dove ha operato. Gli incontri sono ad ingresso libero, e questo ha favorito la partecipazione anche di tantissimi giovani.


S. Luigi dei francesi era stracolma di persone, che in un silenzio assoluto hanno ascoltato le parole di una studiosa e di un critico d'arte, introdotti da d. Andrea Lonardo, organizzatore degli incontri.


Il prossimo incontro si terrà venerdì 22 presso la chiesa di S. Maria del Popolo


Qui il fotodocumentario della serata